Idealismo e filosofia di Gennaro Sasso

Idealismo e filosofia di Gennaro Sasso

Nella collana dei «Saggi» è apparso il volume n° 3:

 

 

Gennaro Sasso, Idealismo e filosofia, 2020, pp. viii-336. [i.s.b.n. 978-88-15-29150-9]. € 34,00.

Proemio – L’individuo, la grazia, il libero arbitrio, la storia – Opposti e distinti – La distinzione, il primo, la deduzione.

Questo libro nasce dal tentativo di ripensare criticamente, in un numero ragionevole di pagine, quel che l’autore aveva proposto, circa cinquant’anni fa, in un volume di assai più grande estensione. La filosofia di Croce e, attraverso alcune inserzioni, quella di Gentile, sono esaminate nei due saggi centrali, dedicati, il primo alle questioni della grazia, del libero arbitrio, dell’accadimento, e perciò della storia, il secondo ai temi della struttura della realtà e della dialettica. Nel Proemio sono toccati e discussi temi di varia natura, tutti convergenti, tuttavia, nell’idea che, a partire almeno dal 1915, il pensiero di Croce è percorso e segnato dalla consapevolezza, sempre più viva e drammatica, della finis Europae, e perciò della incapacità delle forme politiche fin lì sperimentate di far fronte alla crisi. Il saggio finale delinea alcuni temi di una riflessione che si pone, ormai, al di là dell’esperienza idealistica.

 

 

Gennaro Sasso (Roma, 1928) ha insegnato Storia delle dottrine politiche all’Università degli Studi di Urbino e successivamente Storia delle dottrine politiche, Storia della filosofia e Filosofia teoretica all’Università degli Studi «La Sapienza» di Roma, della quale è professore emerito. Allievo dell’Istituto italiano per gli studi storici nell’a.a. 1951-52, ha diretto l’Istituto dal 1986 al 2010 ed è oggi membro del Consiglio scientifico didattico. Dal 1987 al 2020 ha diretto la rivista di filosofia, storia e letteratura «La Cultura». È presidente della «Fondazione Giovanni Gentile per gli studi filosofici (Fondazione Roma Sapienza)» e socio nazionale dell’Accademia dei Lincei; dal 2008 presiede il Comitato scientifico dell’Edizione nazionale delle opere di Benedetto Croce e dal 2012 il Comitato scientifico per l’edizione del Carteggio Croce-Gentile. I suoi studi riguardano l’idealismo italiano (con particolare riferimento a Croce e Gentile e, sul versante storiografico-filosofico, a Federico Chabod, Carlo Antoni, Ernesto De Martino e Delio Cantimori), e quindi Machiavelli, Guicciardini, Dante.