L’ordinamento giuridico di Santi Romano

L’ordinamento giuridico di Santi Romano

Nella collana dei «Saggi» è apparso il volume n° 4:

 

L’ordinamento giuridico nel centenario, a cura di Aldo Sandulli, 2020, pp. viii-190. [i.s.b.n. 978-88-15-29241-4]. € 20,00.
Natalino Irti, Per una lettura critica di Santi Romano (note introduttive). Lucio D’Alessandro, Diritto e necessità sociale in Santi Romano. Fulvio Tessitore, Lo Stato, la realtà, la storia: Orlando, Santi Romano, Capograssi. Mauro Orlandi, Istituzione e linguaggio. Franco Gaetano Scoca, Santi Romano: la produzione giovanile e i Principii di diritto amministrativo. Alessandro Pajno, Santi Romano presidente del Consiglio di Stato. Aldo Sandulli, Santi Romano e l’epurazione antifascista.
Un secolo è trascorso dalla pubblicazione de L’ordinamento giuridico (1918), ma le linee argomentative della teoria istituzionale, oltre ad aver adempiuto a un ruolo fondamentale per l’evoluzione politico-giuridica del Novecento, restano tuttora di significativo rilievo per la comprensione della realtà pluri-ordinamentale contemporanea.
Il volume raccoglie i saggi di Lucio D’Alessandro, Natalino Irti, Mauro Orlandi, Alessandro Pajno, Aldo Sandulli, Franco Gaetano Scoca e Fulvio Tessitore, elaborati in occasione della celebrazione, a Napoli, presso l’Istituto italiano per gli studi storici (23 marzo 2018), del centenario dell’opera romaniana, probabilmente il testo giuridico più celebre nella storia del diritto dello Stato unitario.
La ricorrenza dei cento anni è stata l’occasione per una rigorosa rilettura della celebre teoria romaniana, ma anche per ripercorrere l’itinerario scientifico e istituzionale del grande giurista palermitano, dalle opere della giovinezza della fine dell’Ottocento ai Frammenti di un dizionario giuridico dell’immediato secondo dopoguerra, dalla Presidenza del Consiglio di Stato nel ventennio fascista alla procedura di epurazione a cavallo della metà del secolo breve.