Testi storici, filosofici e letterari

Il libro di Luigi Peruzzi. Saggio introduttivo, testo critico e commento, a cura di Gennaro Ferrante, 2016, pp. x-448. [isbn 978-88-15-26719-1]. € 50,00.

Premessa – La scrittura restituita – Il Libro di Luigi Peruzzi. Edizione critica e commento – Nota al testo – Testo critico e commento – Iconografia – Abbreviazioni – Indici

 

Monografie

68. Fabrizio Bondi, Il principe  per emblemi. Letteratura e immagini del  politico tra Cinquecento e Seicento, 2016, pp. xxxiv-374. [isbn 978-88-15-26589-0]. € 44,00.

Premessa – Il principe e Nicodemo – La bestia trionfante – Aquile e scarabei – Il governo del dio Ignoto – La Vergine e il Capricorno.

 

Monografie

67. Luca Fiorentini, Per Benevnuto da Imola. Le linee ideologiche del commento dantesco, 2016, pp. xvi-640. [isbn 978-88-15-26477-0]. € 70,00.

Premessa – Sull’allegoria fondamentle della Commedia – L’urgenza della realtà e lo spazio delle storie – L’elaborazione letteraria delle fonti storiografiche e cronistiche.

Un autore «ricco d’aneddoti nel suo commento, ma credulo anche in una sua storia oggi dimenticata». Così Ugo Foscolo definiva Benvenuto Rambaldi da Imola, forse il più celebre tra gli antichi lettori della Commedia di Dante. E non v’è dubbio che sia proprio lo spazio dedicato alla narrazione delle vicende storiche (o leggendarie) dei personaggi danteschi ad aver alimentato, nei secoli, l’interesse per la monumentale opera esegetica di Benvenuto. Custode di storie ‘dimenticate’ che meritano di essere riscoperte, e interprete eccezionalmente acuto delle tensioni che accompagnarono la ricezione della Commedia alla fine del Trecento, il maestro imolese restituisce anzitutto un pensiero originale sul rapporto che nella poesia di Dante regola verità storica e finzione, ‘concetto’ e ‘fantasia’. La rielaborazione delle linee ermeneutiche suggerite dai primi chiosatori s’intreccia, nel suo commento, agli spunti offerti dal dialogo con Boccaccio e Petrarca; chiavi simboliche millenarie aprono finestre inaspettate sulla realtà del basso Medioevo italiano.

Allo scioglimento di questi nodi è dedicato il presente volume. Trattando dell’anima umana ‘prima e dopo il congedo dal corpo’, la Commedia contiene secondo Benvenuto da Imola la matrice di tutte le storie possibili; e tutte le storie possibili – in ciò l’antico lettore concordava senz’altro con il suo poeta – si dispongono secondo un ordine che chiede di essere conosciuto.

 

Luca Fiorentini (Piacenza 1984) è oggi ricercatore a tempo determinato presso il Collège de France di Parigi. Laureato in Filologia moderna all’Università di Pavia (2008), alunno del Collegio Ghislieri e dell’Istituto  universitario di studi superiori, ha conseguito nel 2012 il titolo di dottore di ricerca in Filologia, linguistica e letteratura presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma. È stato borsista dell’Istituto italiano per gli studi storici dal 2011 al 2013, e successivamente dell’Université de Paris IV-Sorbonne. I suoi interessi scientifici vertono soprattutto sulla ricezione della Commedia nel Trecento, cui ha dedicato vari saggi apparsi in riviste e in atti di convegno.